Prima tappa nei paesi balcanici

La prima nazione del nostro tour nel Paesi Balcanici fa tappa nella capitale della Serbia; città semi-distrutta dalla guerra nel Kosovo del ’96, ma già ricostruita tanto da diventare uno dei più importanti centri commerciali e turistici degli ultimi anni. Giovane e low-cost, Belgrado si pone sulla rampa di lancio per essere considerata una meta appetibile da tutta l’Europa.

In vetta a tutte le classifiche d’Europa, la capitale della Serbia si presenta rinata dopo la guerra nel Kosovo. La giovane e low-cost Belgrado, viene anche chiamata la città Bianca, dal suo nome originale Beli Grad. Ricca di giovani artisti contemporanei, creativi, stilisti e designer di tutto il mondo, questa nuova realtà risulta essere pronta per il grande salto. Di giorno vieni abbracciata dal l’immensità dei due fiumi, Sava e Danubio, di notte si trasforma in un palcoscenico di locali e disco-club attivi fino all’alba.  Visitare la Serbia non significa andare in guerra, ma l’occasione giusta per scoprire una nuova cultura.

Il punto di maggiore attrazione della città vecchia di Belgrado è senza dubbio la fortezza Kalegmegdan, un vero e proprio polmone verde della capitale serba; luogo frequentato soprattutto da coppie in attesa di un fantastico tramonto sotto lo scorrere lento dei due fiumi. Lo sfondo evidenzia perfettamente il distacco tra due epoche, passando dall’antico al moderno.

Per quanto riguarda la gastronomia, il popolo serbo vanta di un consumo elevato di carne alla griglia, dove spiccano sicuramente i raznjici, spiedini di Belgrado, prevalentemente di vitello e maiale serviti spesso con crauti, cipolle e peperoni. A tal proposito il ristorante Kolarac, nei pressi della fortezza Kalegmegdan, può essere considerato uno dei migliori di tutta la capitale; piatti di qualità ed abbondanti, servizio cortese e prezzi economici. Una location molto retrò frequentata dalla maggior parte da persone del posto.  Con meno di un euro potreste assaggiare un tipico dolce serbo; le innumerevoli casette in legno situate in “Knez Mihailova” sfornano questi tubi in pasta lievitata, filata ed infine rotolata in zucchero semolato, in polvere di cannella o noce.  Pronto in meno di 2 minuti, vi accompagnerà in una piacevole passeggiata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...